• Registrati
    *
    *
    *
    *
    *
    Fields marked with an asterisk (*) are required.
You are here:

Gioia Tauro: Chemical weapons and people - di Lucia Turco

E-mail Stampa PDF

 

On the 2nd of July in the port of Gioia Tauro, Calabria, the transfer of the chemical weapons from the Danish ship Ark Futura to the U.S ship Cape Ray was done. Then, the chemical weapons will be destroyed through the procedure of Hydrolysis.

The port of Gioia Tauro was chosen after the refusal given by France, Belgium, Norway and Albania!

In Albania, it was not a decision taken by the government (or Party) but it was taken by people.

On the 12th November 2013, a flow of people invaded the Tirana streets screaming: “ Yes, we can say NO” and “Albania is ours”. But how we can forget the debt of gratitude to America for what happens after the First World War? How we can forget the President Nilson who supported the Albanian Independence during 1919-1920? And more Clinton and the Serbian genocide in Kosovo? But the history is more complex and inside the dynamics of the Balkan wars, America played different roles. So, trying to balance merits and faults, the statue of Wilson in the main square of Tirana E Re, can be enough. The chemical weapons don’t have place in this feeling of gratitude.

Also in Italy we have a debt of gratitude from 1945, the end of the Second World War when Americans Army landed on the Sicilian coasts. Maybe Italian people remember this debt than Albanian, but in the same time, they forget that freedom was the result of the partisan struggles and that the American landed signed the pact between American power and the mafia power on our territories.

The partisans weren’t here, on the 2nd of July; maybe they moved to Albania!

Now the situation is changed. Now, the chemical weapons sail across Mediterranean Sea waiting for the procedure of Hydrolysis. A high risk procedure used by U.S. Army only in the Johnston Island, in the South Pacific, far from everything. Now, the procedure will be done on the Field Deployable Hydrolysis System[1], on the U.S. ship Cape Ray, in the Mediterranean Sea.  Though this procedure, casings and propellants are separately incinerated at 2700 degrees celcius, and the waste products "Afterburnt" to destroy all traces of the gas; the main decomposition of dispersed gas is by rain-induced hydrolysis. The expelled gas produced in this way is persistent and highly toxic. More, the only guarantee that among weapons to be destroyed, there are not explosive materials, is given by the Syrian Government.  The Prof. Vaghelis Ghidarakos, from the Polytechnic of Creta, said: “The materials to be destroyed are heterogeneous, used for creation of explosive warheads that release gas substances containing fluorine and chlorine, poisonous and highly toxic, together with other unknown substances that during the procedure of Hydrolysis will produce other dangerous residues. More, liquid waste will be produced. We ask, so, if all these residues will throw down in the marine environmental. In this case, the effect will affect marine organisms and, in the worst case, it will cause biological necrosis at the local level”[2].

This is the moment in which it is clear that Albania, Italy, Greece are only past label.

The chemical weapons destruction (and I remember the Davide Rossi words: “In Nature, nothing can be created, nothing can be destroyed” ), will be realized in the Mediterranean Sea between Italy, Libya, Greece (southwest of Creta) and Malta. It will be realized for the first time in a closed Sea.

This is the moment in which the Mediterranean people must show the strength of identity, not in sense of belonging to the land but to the fickle flows of the sea.  


Condividi su Facebook
 

Ultimi Eventi Inseriti

No current events.

ESODO CONTENUTI

Click on the slide!

INCHIESTE

In questa sezione potrete trovare tutti gli articoli relativi alle nostre inchieste. 

Altri...
Click on the slide!

POLITICA

In questa sezione troverete tutti gli articoli relativi alla politica locale, italiana ed estera.

Altri...
Click on the slide!

ASSEMBLEE / INCONTRI

In questa sezione troverete tutti gli articoli relativi a manifestazione, assemblee ed incontri. 

Altri...
Click on the slide!

ONDE E PARTICELLE : DOVE ANDARE E DOVE NO

Onde e Particelle : dove andare e dove no

Altri...
Click on the slide!

DISCORSI DA DIMENTICARE

Troverete i nostri articoli in merito a tutti quei discorsi da "dimenticare".

Altri...
Click on the slide!

SCUSA ME LA FAI UNA STORIA

Tutte le vostre storie ...

Altri...
Click on the slide!

L'OROSCOPO DELLA CONGIUNTURA POLITICA

Il nostro simpatico Oroscopo della Congiuntura Politica.

Altri...
Click on the slide!

LINK CONSIGLIATI E SCONSIGLIATI

I nostri consigli su tutto ciò che offre il web.

Altri...
Frontpage Slideshow (version 2.0.0) - Copyright © 2006-2008 by JoomlaWorks

INCHIESTE

ESODO LAST FIVE ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI (PER CATEGORIE)

Prime note su cognizioni ed illusioni nel sapere astronomico

Prime note su
cognizioni ed
illusioni nel sapere
astronomico
Franco Piperno




Queste note sono interne ad una lunga consuetudine di interlocuzione - su ciò che è vero o
reale e ciò che è c...
Leggi tutto...

Lego revolution - la rivoluzione fatta dai Lego

Lego revolution - la rivoluzione fatta dai Lego

di Mattia Gallo

Di seguito una selezione dei celebri mattoncini danesi coinvolti in personaggi, situazioni storiche e battaglie di oggi, schierati dalla parte antisistema. 

 

Sul fatt...

Leggi tutto...

Cosenza migrante

Cosenza migrante

di Mattia Gallo

 

Cosenza tra le prime città di emigrazione in Italia: questo lo dice il Rapporto Italiani nel Mondo 2013, a cura della Fondazione Migrantes della Conferenza Episcopa...

Leggi tutto...

La nave dei rifiuti

La nave dei rifiuti
 

Butta giù che va in Calabria: i nostri rifiuti producono altre “navi interrate”.

Nell'ultimo mese la “questione Calabrese” ha avuto uno sprazzo di visibilità con le navi dei veleni...
Leggi tutto...

Caserta: Saint Gobain: tra sogno comune e interessi privati

Caserta: Saint Gobain: tra sogno comune e interessi privati

Saint Gobain: tra sogno comune e interessi privati

INTRO_ 2009: Esco in un interno ed alzo gli occhi…quattromilasettecento metri quadrati di vetro e acciaio segnano la distanza tra ...

Leggi tutto...

Fuori dall'obiettivo 1 : "Curare" il meridione rompendo le servitù volontarie

Fuori dall'obiettivo 1 :
 
 
Dopo il quotidiano spettacolo delle truffe sui fondi pubblici , per le regioni definite in ritardo di sviluppo, marcate come Obiettivo 1, si tratta a questo punto di riportare il ...
Leggi tutto...

L'Università italiana all'epoca di Mussi. Le rovine dell'Università, i decreti di Mussi e il '68.

L'Università italiana all'epoca di Mussi. Le rovine dell'Università, i decreti di Mussi e il '68.
 
 

Il ministro ha battuto un colpo: qualche settimana fà , in base ai poteri conferitigli, quasi di sfuggita, da un codicillo annegato nella ultima legge finanziaria, ha decretato l...

Leggi tutto...

Discussione sul Reddito BIN-ITALIA a Salerno 2010


… dell’associazione giù a Salerno, ci assumiamo anche un compito latamente politico, cioè quello di cercare, in una realtà, tra l’altro come quella meridionale che del passaggio tr...

Leggi tutto...

Discorso dulla servitù volontaria

Discorso dulla servitù volontaria
Il "Discorso sulla servitù volontaria" è una di quelle opere dallo strano destino: ignorata per lunghi periodi improvvisamente riesce ad accendere non solo dispute fra storici ma a...
Leggi tutto...

Cosenza 1647: Il popolo è patrone e fa ogni cosa

Cosenza 1647: Il popolo è patrone e fa ogni cosa

(cartina del 1693  dell'abate Pacichelli)

 

 

Di seguito un estratto dal contributo “Per vedere occorre prima chiudere gli occhi”, di Massimo Ciglio, pubblicato nel libro “Vento del m...

Leggi tutto...

La guerra di Erdogan contro le donne in Turchia

La guerra di Erdogan contro le donne in Turchia

 

L’otto marzo da poco trascorso ad Istanbul si ricorderà per l’importante partecipazione al corteo in difesa dei diritti delle donne in un paese dove il governo di Erdogan tende a ...

Leggi tutto...

monologo d'amore

Lui mi diceva sempre:
 
LE CONDIZIONI SONO ATMOSFERICHE COMUNQUE,
COMUNQUE METEOROLOGICHE.
 
Mi diceva.
Ed io non capivo; intuivo, percepivo, però proprio capire no, mai!
Poi una notte, d...
Leggi tutto...

Consumatori (in)governabili

Consumatori (in)governabili

1. La critica della società dei consumi è sport antico e ricorrente. Peccato che troppo spesso si riduca a lamentazione nostalgica, o, ancora peggio, si t...

Leggi tutto...

LINK SITI AMICI

BIN ITALIACASA EDITRICE COESSENZAREPUBBLICA ROMANARADIO CIROMAACTIONRADIOSSINADINAMOSTORIE MIGRANTI

Chi è ON-LINE

 10 visitatori online

ULTIME NOTIZIE

Main Menu

ESODO MUSICA

There seems to be an error with the player !

ASCOLTA RADIO CIROMA

Radio Ciroma

listen with Window Media Player   listen with Winamp   listen with iTunes   listen with RealPlayer
$errstr: $errno