Uganda, repressione ed elezioni farsa

Stampa

Nelle elezioni nazionali dello scorso febbraio, i media internazionali hanno sottolineato come la vittoria dell’attuale presidente dell’Uganda, Yoweri Museveni, sia stata caratterizzata da una dura repressione delle forze di opposizione, tramite l’uso delle forze dell’ordine ed oscurando i canali di comunicazione. Per cercare di capire meglio la situazione di questo paese situato nel cuore dell’Africa, di seguito un’intervista a Kayanja Thomas, giovane leader politico di opposizione.

Di Mattia Gallo

Quale è stato il livello repressivo da parte delle forze governative in Uganda durante le scorse elezioni

Le elezioni sono state una farsa, il nostro candidato ei suoi sostenitori sono stati lapidati con pietre, e quelli che tenevano saldamente in mano le pietre erano protetti dalla polizia; a due giorni di tempo per le elezioni generali, il Dr Kiizabe Sigye l'ex candidato presidenziale è stato attaccato con gas lacrimogeni e noi, come mebri dell’opposizione, siamo stati arrestati con lui alla stazione di polizia di Kira.
Il social media sono stati chiusi, le stazioni radio sono state fermate dall’annunciare i risultati provvisori dei vari seggi elettorali. Molti dei nostri agenti elettorali sono stati arrestati il giorno delle elezioni
Noi, come membri dell'opposizione, ci siamo ritrovati come unica organizzazione in difesa dei nostri diritti, ma alla fine siamo stati travolti da l'apparato repressivo dello Stato.

Si può dire che le libertà civili di espressione siano molto difficili da essere raggiunte in Uganda?

Molti dei nostri sostenitori sono sempre stati prelevati dalle loro case a tarda notte, alcuni di loro sono stati torturati in maniera segreta dal regime a Kampala. Le libertà civili sono un sogno lontano dalla realtà qui in Uganda, dato che in primo luogo il governo ha approvato la legge sulla gestione dell'ordine pubblico, per cui, se più di tre persone vogliono incontrarsi per questioni politiche devono chiedere il permesso all’ Ispettore Generale della polizia. Non vi è assolutamente nessuna tolleranza per la libertà di espressione

Quali sono le maggiori problematiche dell’Uganda da un punto di vista economico – sociale?

Gli Ugandesi sono economicamente depressi e socialmente degradati, abbiamo una economia prettamente capitalistica e controllata da una ristretta élite; molti ugandesi sono al di sotto della soglia di povertà internazionale e non possono permettersi più di due pasti al giorno, oltre il 78% dei giovani in Uganda sono disoccupati e quei pochi che sono impiegati guadagnano meno di 100 dollari al mese.
Il governo irresponsabile in Uganda è responsabile di tutti questi problemi, a causa dei miliardi di dollari vengono truffati dai funzionari del governo. Il governo non ha fatto nulla per affrontare i problemi con cui ci troviamo alle prese con e non ha nessuna intenzione di affrontarli.

KAYANJA THOMAS

NATIONAL YOUTH LEADER OF THE YOUTH WING OF FORUM

FOR DEMOCRATIC CHANGE

-------------------------------------------------- ENGLISH VERSION --------------------------------------------------------------------- 

In national elections last February, in an atmosphere of intimidation and repression against the opposition, Yoweri Museveni was re-elected President of Uganda, a role he has held since 1986. What were the episodes of repression by the government during the election? Was there a censorship of social media and the media in general? Were the repression of any demonstration carried out by the political opposition?

The elections were a sham, our candidate and his supporters were pelted stones at, and those who were welding stones were protected by the police, two days to the general elections, DrKiizabesigye the former presidential candidate was teargased andwe were arrested with him at Kira police station.

The social media was shutdown, radio stations were stopped from announcing the provisional results from the various polling stations. Many of our polling agents were arrested on the polling day

We as members of the opposition, we only stood firm in defense of our rights but eventually  we were overwhelmed by the repressive apparatus of the state.

What are some recent cases of repression by the government in Uganda? What is the general situation of civil liberties and freedom of expression in the country?

Many of our supporters have always been picked from their houses late in the night, some of them are in the dungeon being tortured by the regime in Kampala.

Civil liberties is a dream far from the reality here in UGANDA, in the first place the government passed the public order management Act, whereby, for more than three people to meet over political issues have to seek permission from the Inspector General of Police. There is completely no tolerance to freedom of expression

What is the situation in Uganda from the economic point of view - social? Such as levels of unemployment, poverty and insecurity? What are the main causes of these problems? Do you think that the Museveni government policies have been useful to address these issues?

In response to your third question, Ugandans are economically deprived and socially degraded, we have a purely capitalistic economy and controlled by a bunch of few elites, many Ugandans are below the international poverty line and cannot  afford two meals a day, over 78% of the youths in Uganda are un employed and those few who are employed earn less 100 dollars a month.

The irresponsible government in Uganda is responsible for all these problems, because billions of dollars are swindled by the government officials.

The government has done nothing to address the problems that we are grappling with and it has no good will to address them.

 

KAYANJA THOMAS

NATIONAL YOUTH LEADER OF THE YOUTH WING OF FORUM

FOR DEMOCRATIC CHANGE

 

 


Condividi su Facebook