• Registrati
    *
    *
    *
    *
    *
    Fields marked with an asterisk (*) are required.
You are here:

Marx, la crisi e il cane alla stazione

E-mail Stampa PDF

 

A volte ritornano. Dopo anni di turbocapitalismo selvaggio, di risatine e sopraccigli inarcati quando si nominava il vecchio barbuto, ora siamo alla fase della riscoperta. Ecco, Marx torna in scena per ragguagliarci sulle sorti del capitalismo globale. E’ pure vero che il nostro, ai suoi tempi, si era concentrato sul capitale produttivo, e poco conto aveva dato al capitale finanziario, cosa che invece farà poco dopo nel 1909 Hilferding con Il capitale finanziario,   eppure proprio lui, più di altri  in questi giorni ritorna. E con questo si invera in parte  l’ipotesi di  Weber che,  pur senza risparmiargli le sue critiche, aveva previsto in tempi non sospetti la possibile rivincita di Marx segnalando che se “il potere privato delle classi capitaliste con  la loro spericolata ricerca di profitto non fosse stato bilanciato e arginato dal potere dei rappresentanti politici dell’interesse pubblico, allora in quel caso si sarebbe potuta realizzare  la profezia di Marx sul collasso del capitalismo”.  Solo che per Weber questo non sarebbe avvenuto per le contraddizioni intrinseche e insanabili del sistema, ma a causa del malcontento e del caos sociale. Qui invece ci sono entrambe. Il turbo capitalismo di fine XX secolo ha fatto piazza pulita dei vincoli e dei controlli, ha imposto il suo gioco fino allo sfacelo, aumentando la frequenza, la portata e l’intensità delle crisi.   Ora né Marx  né Weber potevano prevedere il degrado del nostro ceto politico anche se conoscendo bene la natura umana  non si sarebbero meravigliati più di tanto nel vedere  i tipi umani che siamo stati capaci di mantenere, a destra come a sinistra, in questi anni al governo tra gli scanni di una parvenza di democrazia funzionale agli interessi particolari e non al benessere collettivo. Benvenuta la crisi, quindi, e bentornato il conflitto, come dimensione fisiologica della convivenza democratica.  Ora immaginiamo due scenari: il primo prevede un happy end, il secondo no. Il nessuno dei due casi il capitalismo uscirà di scena, ma nel primo caso si trasformerà, ci sarà un percorso volontario di exit dai consumi compulsivi, il recupero della buona vita, una maggiore capacità di redistribuzione della ricchezza socialmente prodotta, un rallentamento dei tempi sociali, passioni forti che durano oltre il mese di luglio. Nel secondo caso, lo scenario è cupo: potere autoritario; leggi speciali; miseria per molti e ricchezza per pochi; fedi al dito per famiglie mononucleari; tentativo di fregare ai propri fratelli i beni in comune; abbandono di cani-amici alla stazione in agosto per poi, una volta alleggeriti del peso, “evadere” nel gorgo di auto dei vacanzieri. In breve, il mondo delirante che abbiamo già conosciuto, solo un po’ peggio. Ora, venute meno le  ipocrisie sulla bontà del libero mercato, tocca scegliere tra la feroce volgarità del regime capitalista e la sensibile bellezza dei bucaneve, capaci di spuntarla nonostante le avversità dei rigidi inverni come a Zuccotti park.


Condividi su Facebook
 

Ultimi Eventi Inseriti

No current events.

ESODO CONTENUTI

Click on the slide!

INCHIESTE

In questa sezione potrete trovare tutti gli articoli relativi alle nostre inchieste. 

Altri...
Click on the slide!

POLITICA

In questa sezione troverete tutti gli articoli relativi alla politica locale, italiana ed estera.

Altri...
Click on the slide!

ASSEMBLEE / INCONTRI

In questa sezione troverete tutti gli articoli relativi a manifestazione, assemblee ed incontri. 

Altri...
Click on the slide!

ONDE E PARTICELLE : DOVE ANDARE E DOVE NO

Onde e Particelle : dove andare e dove no

Altri...
Click on the slide!

DISCORSI DA DIMENTICARE

Troverete i nostri articoli in merito a tutti quei discorsi da "dimenticare".

Altri...
Click on the slide!

SCUSA ME LA FAI UNA STORIA

Tutte le vostre storie ...

Altri...
Click on the slide!

L'OROSCOPO DELLA CONGIUNTURA POLITICA

Il nostro simpatico Oroscopo della Congiuntura Politica.

Altri...
Click on the slide!

LINK CONSIGLIATI E SCONSIGLIATI

I nostri consigli su tutto ciò che offre il web.

Altri...
Frontpage Slideshow (version 2.0.0) - Copyright © 2006-2008 by JoomlaWorks

INCHIESTE

ESODO LAST FIVE ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI (PER CATEGORIE)

Prime note su cognizioni ed illusioni nel sapere astronomico

Prime note su
cognizioni ed
illusioni nel sapere
astronomico
Franco Piperno




Queste note sono interne ad una lunga consuetudine di interlocuzione - su ciò che è vero o
reale e ciò che è c...
Leggi tutto...

Lego revolution - la rivoluzione fatta dai Lego

Lego revolution - la rivoluzione fatta dai Lego

di Mattia Gallo

Di seguito una selezione dei celebri mattoncini danesi coinvolti in personaggi, situazioni storiche e battaglie di oggi, schierati dalla parte antisistema. 

 

Sul fatt...

Leggi tutto...

Cosenza migrante

Cosenza migrante

di Mattia Gallo

 

Cosenza tra le prime città di emigrazione in Italia: questo lo dice il Rapporto Italiani nel Mondo 2013, a cura della Fondazione Migrantes della Conferenza Episcopa...

Leggi tutto...

La nave dei rifiuti

La nave dei rifiuti
 

Butta giù che va in Calabria: i nostri rifiuti producono altre “navi interrate”.

Nell'ultimo mese la “questione Calabrese” ha avuto uno sprazzo di visibilità con le navi dei veleni...
Leggi tutto...

Caserta: Saint Gobain: tra sogno comune e interessi privati

Caserta: Saint Gobain: tra sogno comune e interessi privati

Saint Gobain: tra sogno comune e interessi privati

INTRO_ 2009: Esco in un interno ed alzo gli occhi…quattromilasettecento metri quadrati di vetro e acciaio segnano la distanza tra ...

Leggi tutto...

Fuori dall'obiettivo 1 : "Curare" il meridione rompendo le servitù volontarie

Fuori dall'obiettivo 1 :
 
 
Dopo il quotidiano spettacolo delle truffe sui fondi pubblici , per le regioni definite in ritardo di sviluppo, marcate come Obiettivo 1, si tratta a questo punto di riportare il ...
Leggi tutto...

L'Università italiana all'epoca di Mussi. Le rovine dell'Università, i decreti di Mussi e il '68.

L'Università italiana all'epoca di Mussi. Le rovine dell'Università, i decreti di Mussi e il '68.
 
 

Il ministro ha battuto un colpo: qualche settimana fà , in base ai poteri conferitigli, quasi di sfuggita, da un codicillo annegato nella ultima legge finanziaria, ha decretato l...

Leggi tutto...

Discussione sul Reddito BIN-ITALIA a Salerno 2010


… dell’associazione giù a Salerno, ci assumiamo anche un compito latamente politico, cioè quello di cercare, in una realtà, tra l’altro come quella meridionale che del passaggio tr...

Leggi tutto...

Discorso dulla servitù volontaria

Discorso dulla servitù volontaria
Il "Discorso sulla servitù volontaria" è una di quelle opere dallo strano destino: ignorata per lunghi periodi improvvisamente riesce ad accendere non solo dispute fra storici ma a...
Leggi tutto...

Cosenza 1647: Il popolo è patrone e fa ogni cosa

Cosenza 1647: Il popolo è patrone e fa ogni cosa

(cartina del 1693  dell'abate Pacichelli)

 

 

Di seguito un estratto dal contributo “Per vedere occorre prima chiudere gli occhi”, di Massimo Ciglio, pubblicato nel libro “Vento del m...

Leggi tutto...

La guerra di Erdogan contro le donne in Turchia

La guerra di Erdogan contro le donne in Turchia

 

L’otto marzo da poco trascorso ad Istanbul si ricorderà per l’importante partecipazione al corteo in difesa dei diritti delle donne in un paese dove il governo di Erdogan tende a ...

Leggi tutto...

monologo d'amore

Lui mi diceva sempre:
 
LE CONDIZIONI SONO ATMOSFERICHE COMUNQUE,
COMUNQUE METEOROLOGICHE.
 
Mi diceva.
Ed io non capivo; intuivo, percepivo, però proprio capire no, mai!
Poi una notte, d...
Leggi tutto...

Consumatori (in)governabili

Consumatori (in)governabili

1. La critica della società dei consumi è sport antico e ricorrente. Peccato che troppo spesso si riduca a lamentazione nostalgica, o, ancora peggio, si t...

Leggi tutto...

LINK SITI AMICI

BIN ITALIACASA EDITRICE COESSENZAREPUBBLICA ROMANARADIO CIROMAACTIONRADIOSSINADINAMOSTORIE MIGRANTI