• Registrati
    *
    *
    *
    *
    *
    Fields marked with an asterisk (*) are required.
You are here:

La catena umana degli "intignati" di Cosenza

E-mail Stampa PDF

tratto da  www.ciroma.info    Venerdì, 11.11.11

Diciamo la verità: quella maglietta bianca che molti di loro indossavano alla manifestazione con su scritto “delusi e indignati” non corrispondeva al vero.

 

Tutto, infatti, sembravano meno che indignati gli studenti che a Cosenza l’11 mattina si sono dati appuntamento per dar vita a una catena umana. E ancor meno delusi. Giovanissimi, gioiosi e felici dell’insolita manifestazione. Forse più ‘intignati’ che indignati. Intignati nel proseguire le forme di mobilitazione che vanno avanti ormai da più di un mese. Si potrebbe dire che ci hanno preso gusto. Magari pure convinti che ‘gli stanno rubando il futuro’ hanno però vissuto un presente che li ha fatti sentire protagonisti. All’appuntamento in piazza dei Bruzi si sono ritrovati in alcune centinaia; fra loro, ad occhio, la maggioranza sembrava esser di donne. Niente bandiere di partiti o associazioni. C’è anche qualche insegnante e c’è Ermenegilda De Caro Preside del Lucrezia Della Valle. Con gli zaini sulle spalle e in molti casi sul volto vistosi tatuaggi si sono presi per mano lungo i due lati di corso Mazzini stringendo in una sorta di catena l’area pedonale di corso Mazzini. Gli anelli della catena aumentano col passar del tempo.
Il fatto che la protesta non sia espressa nella consueta forma del corteo ha suscitato curiosità e molti sorrisi anche fra i negozianti. Nessuna serranda abbassata. Il consueto tran-tran del corso con gli eterni frequentatori che ne hanno fatto una seconda abitazione per alcune ore è stato sconvolto. Qualcuno è rimasto intrappolato nella catena.
Il culmine è stato attorno alle 11 e 11 quando gli studenti per alcuni minuti hanno battuto il passo il cui ritmo si ripercuoteva rimbombando lungo il corso. Quindi un urlo collettivo. Poi gli slogan ritmati. Due: ‘non la crisi non la paghiamo’ e ‘vogliamo la città’.
C’è fra i partecipanti la consapevolezza che nello stesso momento in tante altre città italiane ed europee si stanno svolgendo analoghe iniziative.
Quindi si torna in piazza Bruzi dove il corteo si scioglie con un’assemblea. Si parla dell’importanza della giornata e si ricordano gli altri appuntamenti. La manifestazione del 12 novembre a Crotone Mo Basta! per la fine del commissariamento del ciclo dei rifiuti e l’appuntamento del 26 novembre a Roma perché il governo nazionale e le amministrazioni locali traducano in provvedimenti quanto deciso con i referendum sull’acqua dello scorso giugno.
Sembra diventare più vivace il clima nella città grazie anche all’occupazione che va avanti ormai da settimane di piazza 11 settembre diventato luogo di incontro, di discussione, coinvolgimento e di organizzazione. Si deve fra l’altro anche al loro impegno il corteo spontaneo di studenti che l’8 novembre ha attraversato la città bloccando per un’ora l'autostazione, centro nevralgico del traffico cosentino, con lo striscione "con gli operai in lotta delle Ferrovie della Calabria, contro il caro biglietti, occupiamo tutto" , chiaramente a sostegno dei precari dei trasporti da diversi mesi in lotta. Lotta che investe direttamente anche gli studenti pendolari che si sono visti aumentare il biglietto del 30% per andare a rimpinguare le casse dello Stato. Il corteo ha poi ‘sanzionato’ la banca San Paolo di via Alimena con uova e lo striscione "il debito non è nostro, noi non lo paghiamo" poi, continuando il suo percorso non autorizzato, sono state lanciate uova contro Confindustria e slogan che richiamavano alle responsabilità di quest’ultima nell’attuale crisi.


Condividi su Facebook
 

Ultimi Eventi Inseriti

No current events.

ESODO CONTENUTI

Click on the slide!

INCHIESTE

In questa sezione potrete trovare tutti gli articoli relativi alle nostre inchieste. 

Altri...
Click on the slide!

POLITICA

In questa sezione troverete tutti gli articoli relativi alla politica locale, italiana ed estera.

Altri...
Click on the slide!

ASSEMBLEE / INCONTRI

In questa sezione troverete tutti gli articoli relativi a manifestazione, assemblee ed incontri. 

Altri...
Click on the slide!

ONDE E PARTICELLE : DOVE ANDARE E DOVE NO

Onde e Particelle : dove andare e dove no

Altri...
Click on the slide!

DISCORSI DA DIMENTICARE

Troverete i nostri articoli in merito a tutti quei discorsi da "dimenticare".

Altri...
Click on the slide!

SCUSA ME LA FAI UNA STORIA

Tutte le vostre storie ...

Altri...
Click on the slide!

L'OROSCOPO DELLA CONGIUNTURA POLITICA

Il nostro simpatico Oroscopo della Congiuntura Politica.

Altri...
Click on the slide!

LINK CONSIGLIATI E SCONSIGLIATI

I nostri consigli su tutto ciò che offre il web.

Altri...
Frontpage Slideshow (version 2.0.0) - Copyright © 2006-2008 by JoomlaWorks

INCHIESTE

ESODO LAST FIVE ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI (PER CATEGORIE)

Prime note su cognizioni ed illusioni nel sapere astronomico

Prime note su
cognizioni ed
illusioni nel sapere
astronomico
Franco Piperno




Queste note sono interne ad una lunga consuetudine di interlocuzione - su ciò che è vero o
reale e ciò che è c...
Leggi tutto...

Lego revolution - la rivoluzione fatta dai Lego

Lego revolution - la rivoluzione fatta dai Lego

di Mattia Gallo

Di seguito una selezione dei celebri mattoncini danesi coinvolti in personaggi, situazioni storiche e battaglie di oggi, schierati dalla parte antisistema. 

 

Sul fatt...

Leggi tutto...

Cosenza migrante

Cosenza migrante

di Mattia Gallo

 

Cosenza tra le prime città di emigrazione in Italia: questo lo dice il Rapporto Italiani nel Mondo 2013, a cura della Fondazione Migrantes della Conferenza Episcopa...

Leggi tutto...

La nave dei rifiuti

La nave dei rifiuti
 

Butta giù che va in Calabria: i nostri rifiuti producono altre “navi interrate”.

Nell'ultimo mese la “questione Calabrese” ha avuto uno sprazzo di visibilità con le navi dei veleni...
Leggi tutto...

Caserta: Saint Gobain: tra sogno comune e interessi privati

Caserta: Saint Gobain: tra sogno comune e interessi privati

Saint Gobain: tra sogno comune e interessi privati

INTRO_ 2009: Esco in un interno ed alzo gli occhi…quattromilasettecento metri quadrati di vetro e acciaio segnano la distanza tra ...

Leggi tutto...

Fuori dall'obiettivo 1 : "Curare" il meridione rompendo le servitù volontarie

Fuori dall'obiettivo 1 :
 
 
Dopo il quotidiano spettacolo delle truffe sui fondi pubblici , per le regioni definite in ritardo di sviluppo, marcate come Obiettivo 1, si tratta a questo punto di riportare il ...
Leggi tutto...

L'Università italiana all'epoca di Mussi. Le rovine dell'Università, i decreti di Mussi e il '68.

L'Università italiana all'epoca di Mussi. Le rovine dell'Università, i decreti di Mussi e il '68.
 
 

Il ministro ha battuto un colpo: qualche settimana fà , in base ai poteri conferitigli, quasi di sfuggita, da un codicillo annegato nella ultima legge finanziaria, ha decretato l...

Leggi tutto...

Discussione sul Reddito BIN-ITALIA a Salerno 2010


… dell’associazione giù a Salerno, ci assumiamo anche un compito latamente politico, cioè quello di cercare, in una realtà, tra l’altro come quella meridionale che del passaggio tr...

Leggi tutto...

Discorso dulla servitù volontaria

Discorso dulla servitù volontaria
Il "Discorso sulla servitù volontaria" è una di quelle opere dallo strano destino: ignorata per lunghi periodi improvvisamente riesce ad accendere non solo dispute fra storici ma a...
Leggi tutto...

Cosenza 1647: Il popolo è patrone e fa ogni cosa

Cosenza 1647: Il popolo è patrone e fa ogni cosa

(cartina del 1693  dell'abate Pacichelli)

 

 

Di seguito un estratto dal contributo “Per vedere occorre prima chiudere gli occhi”, di Massimo Ciglio, pubblicato nel libro “Vento del m...

Leggi tutto...

La guerra di Erdogan contro le donne in Turchia

La guerra di Erdogan contro le donne in Turchia

 

L’otto marzo da poco trascorso ad Istanbul si ricorderà per l’importante partecipazione al corteo in difesa dei diritti delle donne in un paese dove il governo di Erdogan tende a ...

Leggi tutto...

monologo d'amore

Lui mi diceva sempre:
 
LE CONDIZIONI SONO ATMOSFERICHE COMUNQUE,
COMUNQUE METEOROLOGICHE.
 
Mi diceva.
Ed io non capivo; intuivo, percepivo, però proprio capire no, mai!
Poi una notte, d...
Leggi tutto...

Consumatori (in)governabili

Consumatori (in)governabili

1. La critica della società dei consumi è sport antico e ricorrente. Peccato che troppo spesso si riduca a lamentazione nostalgica, o, ancora peggio, si t...

Leggi tutto...

LINK SITI AMICI

BIN ITALIACASA EDITRICE COESSENZAREPUBBLICA ROMANARADIO CIROMAACTIONRADIOSSINADINAMOSTORIE MIGRANTI